55° BRG. F.LLI ROSSELLI
 
   
   

ANGELO VILLA "FIORITA"

Attivo a Milano come fiancheggiatore dei GAP.

Iscritto al PCdI a Sesto San Giovanni deve andare in montagna per sfuggire da parte dei fascisti.

Sale in Biandino, dove diviene commissario politico del distaccamento Fogagnolo della 55 Rosselli.

Nell'ottobre del '44, durante un'azione ad Introbio, viene ferito, si rifugia in una casa, dove viene catturato su delazione.

Muore a Mauthausen.